Il PLM nell’Automotive

Per i fornitori nell’ Automotive e per i suoi partner Tier 1 valgono regole e condizioni severe, sia nella collaborazione che nello scambio di dati con i clienti. Ad esempio, i modelli CAD e altri documenti di sviluppo devono essere forniti nel formato CAD del cliente.

Chi, come fornitore del settore automobilistico, serve diversi partner, deve avere una competenza valida per più sistemi CAD. Per gestire comunque tutti i dati in modo uniforme e garantire così processi di sviluppo altrettanto uniformi, sono necessarie le cosiddette soluzioni PDM/PLM Multi-CAD. Si tratta di sistemi che dispongono di integrazioni efficaci con le più importanti soluzioni CAD del settore automobilistico (CATIA, SIEMENS NX, PTC/creo). Collaborare con l’industria automobilistica significa inoltre che la registrazione dei dati e i processi PLM non si fermano davanti al portone aziendale, bensì sono parte dei dati e dei processi del committente. Questo è quanto deve saper riprodurre un sistema PDM e il concetto di PLM basato su di esso.

Requisiti di un sistema PDM/PLM per i fornitori del settore automobilistico:

  • Capacità Multi-CAD: gestione dei dati e dei documenti nel formato CAD del produttore automobilistico.
  • Tracciabilità delle modifiche: ogni modifica dei modelli CAD e dei documenti deve essere accuratamente documentata.
  • Trasparenza nello scambio dei dati: lo status di approvato e la quantità di dati e documenti scambiati tra casa automobilistica e fornitore devono essere sempre trasparenti.
  • Rigorosa salvaguardia del cliente: bisogna garantire una gestione protetta dei dati e dei documenti tra i clienti concorrenti del settore automobilistico.
Leggi la Storia di Successo di Poggipolini nel settore Automotive