Industria 4.0 e PLM

La Legge di Stabilità 2017, approvata in modo definitivo dal Senato la scorsa settimana, ha introdotto importanti novità e incentivi in merito agli investimenti condotti dalle Aziende in ottica di Industria 4.0.

Tali agevolazioni riguardano:

  • Iperammortamento, con incremento dell’aliquota per gli investimenti I4.0 dall’attuale 140% al 250%
  • Superammortamento, con proroga del superammortamento con aliquota al 140%

Le tempistiche:
Agevolazioni applicabili agli investimenti condotti nel corso di tutto l’anno 2017 o estese anche al 30/6/2018, a condizione che entro il 31/12/2017 siano soddisfatte le condizioni:

  • il relativo ordine risulti accettato dal venditore
  • sia pagato un acconto almeno del 20 per cento del costo di acquisizione.

Quali novità in ambito PDM e PLM?

Il Disegno di Legge licenziato dalle Camere prevede per la prima volta, anche per le soluzioni PDM – PLM, degli importanti incentivi in quanto beni immateriali strumentali, ovvero software funzionali a favorire una transizione verso i processi tecnologici in chiave  di Industria 4.0.

Ecco il relativo estratto dell’allegato B della legge, che contempla i beni che possono usufruire degli incentivi:

Allegato B – Beni immateriali (software, sistemi e/o system integration, piattaforme e applicazioni) connessi a investimenti in beni materiali Industria 4.0
“Software, sistemi, piattaforme e applicazioni per la progettazione, definizione/qualificazione delle prestazioni e produzione di manufatti in materiali non convenzionali o ad alte prestazioni, in grado di permettere la progettazione, la modellazione 3D, la simulazione, la sperimentazione, la prototipazione e la verifica simultanea del processo produttivo, del prodotto e delle sue caratteristiche (funzionali e di impatto ambientale), e/o l’archiviazione digitale e integrata nel sistema informativo aziendale delle informazioni relative al ciclo di vita del prodotto (sistemi EDM,
PDM e PLM, Big Data Analytics).”